Alethè – Il BlogTour! Tappa extra: Quattro chiacchiere con…

Quando Federica mi ha suggerito di fare un’intervista a un qualsiasi personaggio del libro, d’istinto ho subito pensato a lui…

Poi, però, ho scartato la cosa per cercare qualcuno di più adatto… Insomma ho voluto fare una ricerca più di testa che di cuore. Ho vagliato tutte le domande che avrei potuto fare a questo o quel personaggio, ma gira che ti rigira, considerazione dopo considerazione, tutto mi riportava a lui.

Quindi eccomi qui a fare un’intervista ad Alex… Perché?

Lo adoro e mi intriga, quindi lo voglio conoscere meglio, anche se so che sarà veramente dura farmi dare le risposte che bramo.

Cominciamo:

📜 Ciao Alex, cosa sei?
Biologicamente parlando, ero un essere umano. Tecnicamente ora sono uno spirito. Vengo definito anche fantasma, ma non è propriamente corretto…

📜 Eri un essere umano, e dimmi com’eri? Cosa facevi? Cosa amavi?

Ero uno come tanti. Un classico ventenne con la testa persa tra gli amici e il divertirmi. Studiavo giornalismo e facevo qualche lavoretto, di quelli che sgobbi per tante ore e rendono poco. Più di ogni altra cosa amavo cucinare. Da necessità è diventata presto una grande passione. E poi il tennis. Da bambino devo aver vinto anche una coppa, ma non ho una buona memoria. (sorride)

📜 Ti sei mai pentito di aver voluto scoprire la verità, visto a quello che ti ha portato?

Più che esserne pentito, ne sono rammaricato. Mi vanto di essere un buon osservatore e ho fatto una fine… Beh, lo leggerete presto. Non c’è bisogno che vi dica tutto.

📜 Scusa la domanda indiscreta, ma sai molte di noi lo vorrebbero sapere: avevi la ragazza?

Non che faccia la differenza se lo sai o meno. (si prende una pausa giocando con una biro) C’era una ragazza, sì, ma adesso è sposata…

📜 Torniamo al tuo stato attuale: cosa si prova ad attraversare le persone? 
È divertente, in un certo qual modo. (Infila le mani nelle tasche dei jeans, guardando fisso per terra) Quando devi passare l’eternità a far nulla, conviene trovare un buon passatempo, se così si può chiamare.

📜 Non c’era un modo meno macabro per mostrare a Kelia cosa sei?
I vivi hanno concetti così limitati. (Scuote la testa) Non è stato macabro, solo un po’… emotivamente provante. (Accenna un sorrisetto) Dovevo ottenere una reazione, in fin dei conti, e dimostrarle perché sono quel che sono.

📜 Quando ti sei scontrato con Kelia veramente non ti eri accorto che era diversa?
Credi davvero che avessi voglia di certe complicazioni?! Davvero, voi vivi avete delle strane idee sugli spiriti. Non sappiamo tutto e io ne so esattamente quanto te su che tipo di persona è il primo che vedi per strada…

📜 Dove hai imparato le cose che sai su Kelia?
Un po’ dovunque. Con il giusto metodo, puoi scoprire qualunque cosa. Leggendo scoprirete che ho un fiuto naturale per i misteri e gli enigmi.

📜 Spesso intuisci quando Kelia vuole restare sola, quando ha bisogno di un amico, un confidente, come fai? percepisci forse le sue emozioni?
Osservo. Le persone mostrano ciò di cui hanno bisogno, è una reazione inconscia, ma basta saper osservare i dettagli.

Meraviglioso questo tuo pensiero… grazie… procediamo:

📜 Perché non ti arrabbi quando Kelia ti fa sparire qualche pezzo e tu invece sei sempre pronto ad aiutarla?

Non ho molto altro da fare e lei mi ha dato l’impressione di essere un pulcino spaventato bisognoso d’aiuto. (ride) No… Credo sia perché io ho scoperto tutto con le mie forze, finendo per cacciarmi nei casini. Non voglio succeda anche a lei.

Vorrei farti notare che hai eclissato la prima parte della domanda… vabbè magari ne parleremo un’altra volta…

📜 Cosa vorresti più di ogni altra cosa?
Un Kebab Soltani Joojeh. Lo fanno al Kebab Cafe, nel Queens. È la fine del mondo! Un mix con tocchetti di pollo e spiedini di manzo, salsa doppia e cipolle extra. Il capo cuoco non mi hai voluto dare la ricetta…

📜 Dai si serio?  

Sono serissimo! Quel Kebab è una meraviglia. Dovrò dire a Kelia di andarci la prossima volta che siamo in città, anche se credo passerà del tempo…

📜 Perché sei così rassegnato a sparire per sempre? perché lo desideri?  Perché sei così triste Alex?

(Cammina su e giù per la stanza, le mani in tasca. Poi si ferma e mi fissa)

No, non rispondere, va bene così… forse leggendoti lo scopriremo… Grazie per la tua pazienza e disponibilità ❤️… mi fai un autografo ^_^

images

Qui di seguito tutti i riferimenti su questo bellissimo libro. Vorrei solo fare un mio commentino o meglio raccontare cosa mi è successo: per preparare quest’intervista volevo rileggere solo alcuni punti del libro, o almeno questa voleva essere la mia intenzione… sono partita dall’incontro tra Alex e Kelia, ma… mi sono fatta prendere di nuovo da questa bellissima storia e (nonostante ne avessi un’altra molto bella in attesa di essere conclusa) mi sono ritrovata a rileggerla con rinnovato piacere ^_^

copertina-1

Autore: Federica Caglioni

Titolo: Alethè

Editore: DuDag (ebook)

Genere: Urban Fantasy, Young Adult

Pubblicazione: Febbraio 2015 (ebook)

Pagine: 384 (ebook) / 322 (cartaceo)

Formato & prezzo: Ebook 1€

Acquisto
Versione cartacea

ebook: http://www.dudag.com/scheda_libro.php?t=93

Trama

Trasferirsi in un’altra città non è semplice ma Kelia deve farlo se vuole sapere qualcosa sui genitori che non ha mai conosciuto. Sa che, qualunque cosa scoprirà su di loro, la sua vita non sarà più la stessa.

Ciò a cui non è preparata è l’imprevedibile piega che prende la sua vita. Sono coincidenze o forse c’è qualcosa dietro ai misteriosi oggetti che compaiono dal nulla e agli strani sogni che minacciano di accadere davvero?

Kelia si trova davanti a una scelta difficile: credersi pazza oppure fidarsi di Alex, uno sconosciuto che dice di sapere la verità. Quando scopre che anche la sua famiglia è coinvolta, non può fare altro che accettare una realtà ben più complessa e pericolosa di quanto si sarebbe mai aspettata.

Sarà costretta a scegliere da che parte stare, ma ogni decisione ha un prezzo e quello che lei dovrà pagare sarà ben più alto di quanto avesse mai immaginato.

Contatti

Blog: https://onrainydaysblog.wordpress.com

Facebook: On Rainy Days

https://www.facebook.com/pages/On-Rainy-Days/1462072780716610

Twitter: @OnRainyDaysBlog

Annunci

13 pensieri su “Alethè – Il BlogTour! Tappa extra: Quattro chiacchiere con…

  1. Pingback: Il BlogTour di Alethè ~ Tappa extra #1: Quattro chiacchiere con… ~ Leggimi Scrivimi | On Rainy Days

  2. Super!!!! Sai che anche a casa mia c’è un fantasma?É una casa antica,del ‘400,e siamo riusciti ad averla a poco perché era da sistemare e nessuno la voleva proprio per il fantasma! A noi non ha mai dato fastidio,anzi: fa compagnia😊

    Liked by 1 persona

  3. Pingback: Buongiorno con libro e tanti link ^_^ | LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

  4. Pingback: Udite Gente, Udite!!! | LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

  5. Pingback: Blogtour – Tappa 2 COPERTINA | LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

  6. Pingback: Sto leggendo la seconda parte… | LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...