Parlo un po’ di me

Ciao sono Sara e sono nata nel 1974 vivo a Lissone (MB). Sono felicemente sposata e ho due figli nati nel 2004, molto vivaci che, ovviamente, adoro.

Amo la mia famiglia e la considero il “porto sicuro” dove poter essere capita, sostenuta e amata.

Adoro le storie d’amore ❤

Io e Roberto, mio marito, ci siamo conosciuti nel 1993, ci siamo subito piaciuti. La nostra storia d’amore potrebbe essere catalogata come una storia normale, ma io sostengo che l’amore non può mai essere né catalogato né tantomeno normale.

Ogni storia d’amore è speciale, semplice o tormentata che sia.

Certo non è tutto “rose e fiori”, ma diciamo che le spine a volte ci vogliono per rendere il profumo delle rose più buono, non trovi?

Ho fatto l’impiegata, la cassiera, la promoter e ora di nuovo l’impiegata. Sono diplomata in ragioneria perché a 13 anni non avevo la minima idea di cosa volessi fare nella mia vita.

Ora, tra il lavoro, la casa e i figli ho capito che vorrei diventare una scrittrice ^_^ lo so non è facile 😛 quindi mi accontento di questo mio piccolo spazio web. Pubblico qui i miei pensieri e alcune storie che scrivo. Per ora ho pubblicato solo un libro con la Triskell Edizioni dal titolo “Una ragazza come me” disponibile anche su Amazon. e ne sono molto orgogliosa  e mi rende molto felice 😀

Comunque se uno non prova non saprà mai se poteva riuscire quindi io ci provo nonostante tanti hanno sempre detto che non potevo farlo: non sono laureata e poi sono dislessica quindi a volte sbaglio grammaticalmente qualcosa… Premesso che ritengo che in uno scritto la forma  sia importante, vorrei, tuttavia, spezzare una lancia a favore del contenuto. Se una storia piace a chi importa se c’è qualche errore, quello si può correggere, ma la fantasia non si può “imparare”.

In sostanza ho tanta, tanta voglia di fare e di riuscire… impegno, determinazione e… “non accetto un No per risposta!”

Insomma, i “No” arrivano, ma io persevero.

A presto… ^_^

18 pensieri su “Parlo un po’ di me

    • Grazie cara mi fa veramente piacere, non sai quanto. Ho sempre paura di riuscire a “condire” troppo le cose, ma se la scrittura è lo specchio di quel che siamo, io sono così, nel bene e nel male. Anche se con questo non voglio dire che mi fermo, voglio migliorare e mi impegno per crescere sempre più. Ecco perché le tue parole mi fanno molto, molto piacere Grazie ^_^

      Mi piace

      • di nulla,vorrei possedere solo un pó della tua grinta e credimi…il fatto che qualcuno legga ció che scrivo mi riempie di gioia.peccato che chi ho vicino non riesca a comprendere questo mio mondo

        Liked by 1 persona

      • arrossisco… mi dispiace se intorno a te non hai comprensione, ma sappi che io sto avendo molto più sostegno e soddisfazioni dalle amicizie/web (come le chiamo io), che dai miei amici storici. Forse perché nel web è possibile scegliere in base agli interessi comuni. Io l’ho scoperto da poco e ne sono felice ^_^

        Mi piace

  1. Lissone, viviamo vicine. Io sono di Desio 🙂
    Gli errori dovuti alla dislessia non sono veri errori, almeno per me. Non sono il frutto di ignoranza, basta solo il supporto giusto, no? A me sta arrivando da tutti voi che mi leggete (storie, recensioni o quei piccolissimi estratti di diario che metto) 🙂
    Quindi sappi che, prima o poi (magari dopo le Cronistorie) vorrò provare anche il tuo libro, che sembra molto dolce 🙂

    Liked by 1 persona

    • Grazie per la comprensione 😅 non è facile superare il timore di sbagliare ed essere giudicata… Ma qui tra questi nuovi amici, gentili e comprensivi mi sento sempre più serena e oso di più. Dobbiamo vederci prima o poi ☺️ siamo praticamente vicine di casa 😍

      Liked by 1 persona

      • A Lissone ci vado quando mi capita di andare in fumetteria 🙂 Però prima o poi devo assolutamente andare al museo di arte contemporanea…
        Tu almeno hai la scusante della dislessia XD Io faccio di quei strafalcioni senza ragione che sono assurdi! Comunque la paura di essere giudicata c’è a prescindere dal problema, ad esempio io sono terrorizzata da come le persone possano prendere la mia storia, le scelte che ho deciso di fare (non inizio quasi mai a scrivere se prima non ho in mente il finale, se non ho un tema di base che devo percorrere).

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...