Recensione da Desperate Bookswife

Grazie a Desperate Bookswife per la sua recensione.

È il primo racconto che pubblico ed è stata un’esperienza magnifica, spero la prima di molte 😛

Felice di averti trasmesso emozioni (secondo me la cosa fondamentale per un libro) e suscitato la giusta attenzione su argomenti che mi stanno veramente a cuore.

Estremamente lusingata nel leggere che lo consiglieresti come testo da leggere a tutti, addirittura a scuole. Hai proprio centrato il punto: mi piacerebbe riuscire a far riflettere su questioni importanti, ma dando solo l’input, credo sia più che sufficiente.

Che sintonia, mi rendi troppo felice 🙂 🙂 🙂

Sicuramente ho molto da imparare, anche perché nella vita non si finisce mai… meno male, altrimenti sai che noia 😛

Cara Salvia, farò tesoro dei tuoi commenti che considero preziosi consigli ^_^ grazie mille

Qui di seguito riporto la recensione, ma visitate il blog di  Salvia è stupendo 😉

Prezzo: 3,99€ e-book / 6,99€ cartaceo – per l’acquisto

COMMENTO
Questa è la storia di Clara, una ragazzina quattordicenne trascurata e un po’ asociale, i suoi genitori sono commercialisti affermati che la considerano un fallimento perchè ripetente già in seconda media.
Clara non cura il suo aspetto, i capelli sempre solo raccolti in una coda anonima, i soliti jeans abbinati ad una maglietta qualunque, grandi occhi marroni nascosti da una montatura troppo grossa e antica per la sua giovane età. Non ha amici e non vede l’ora che l’anno scolastico volga al termine per potersi nascondere in camera sua a disegnare, l’unica vera passione che coltiva segretamente.
Non si aspetta che i genitori Lorena e Bruno la vogliano trasferire per tutta la durata delle vacanze in una scuola estiva. Addio vacanze, addio pace e tranquillità, ma solo studio, studio e ancora studio per recuperare le materie più ostiche.
Clara è una ragazzina notevole, dotata di grande forza di volontà ma si porta sulle spalle una buona dose di insicurezza. In realtà, tutti i ragazzini protagonisti di questo romanzo sono insicuri: il cugino/migliore amico Moreno detto Morris, il figlio del professore vedovo Mirco, la bella Sara dai capelli rossi.
La storia è commovente, i ragazzi provengono da famiglie agiate ma che per un motivo  o per l’altro trascurano i figli o per mancanza di tempo o perchè non in grado di comprendere i disagi di alcuni di loro. Clara e tutti gli altri devono ricominciare da capo, lontano dalla loro quotidianità, affrontare nuove conoscenze, condividere la propria privaci con altri, trascorrere mattina in aula mentre a casa i vecchi compagni sono al mare con la famiglia.
Le persone si rimettono in gioco e affrontano i problemi di petto, fanno amicizia e si creano delle forti alleanze che permettono la permanenza in luogo asettico e privo di divertimenti.
Lo stile invece pecca un pochino. Le frasi a mio avviso sono troppo brevi e  le continue spiegazioni dei comportamenti dei protagonisti dopo un po’ risultano ripetitive, perchè spesso un atteggiamento o una frase non necessita di una spiegazione, ma è sottinteso il significato che può assumere.

A parte questo, la storia è davvero gradevole e si vede proprio che l’autrice ci ha messo anima e cuore, l’argomento è sentito ma sopratutto è una storia che dovrebbero leggere tutti, sopratutto a scuola, perchè l’emarginazione causata dall’ignoranza esiste ancora oggi, “se non ti comprendo ti elimino”, è la strada più semplice, sopratutto in età scolare dove essere nel gruppo dei fighi è  più importante di tutto il resto.

Cosa ho apprezzato maggiormente:

  • Dalle parole scritte dall’autrice traspare la sofferenza e la fatica. Indipendentemente dalla storia d’amore, Clara e alcuni ragazzi della scuola hanno lottato con i denti per ricominciare e la forza di volontà è più che lodevole, sopratutto quando alla partenza si è già in svantaggio.
Cosa mi è piaciuto meno:
  • Come ho già scritto credo che lo stile sia ancora un pochino acerbo, ma la capacità dell’autrice di trasmettere emozioni non è per nulla trascurabile.
Al prossimo appuntamento!!! With love…
Salvia
Annunci

Un pensiero su “Recensione da Desperate Bookswife

  1. Pingback: Ho letto “L’occhio del Lupo” | LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...