Havel, un dark fantasy

Ho letto un altro fantasy, questa volta però è estremamente forte, infatti, si tratta di un dark fantasy.

Il libro in questione è “Havel” scritto Alessia M. Lo Curto del blog “La corte

Conosco Alessia da tanto tempo e sinceramente la stimo molto, come persona e come scrittrice!

Con il suo libro siamo trasportati in un mondo dove si lotta per sopravvivere e per farlo le persone compiono gesti assurdi…

Un mondo dove molti esseri umani sono solo l’ombra di chi erano, dove solo pochi hanno mantenuto dei veri valori e lottano per cambiare le cose con tutte le loro forze. In questo luogo conosciamo da subito Havel, un ragazzo albino che non sa chi è e perché è a questo mondo. Mi sono subito affezionata a lui, come mi è accaduto con altri personaggi che purtroppo ho perso… 

Lo confesso: a un certo punto della lettura un forte evento mi ha bloccata, ho dovuto chiudere il libro ed elaborarlo prima di poter andare avanti. Ammetto che, mi sono arrabbiata con l’autrice è d’istinto mi sarei fermata, ma non amo lasciare libri a metà e direi che ho fatto davvero bene perché: il bello doveva ancora arrivare!

Infatti, quell’evento è la svolta per Havel, finalmente tutto cambia e inizia il riscatto, la lotta per cambiare le cose!

Nuovi personaggi, nuove avventure, si susseguono in un ritmo molto più incalzante e avvincente. Al fianco di Havel cerchiamo di riportare l’ordine e la giustizia e alla fine…

Non posso dire altro, farei spoiler! Devi leggere il libro 😛

Una lettura scorrevole e rapida che dopo un inizio disarmante, ti fa volare tra le pagine e ti porta ad affezionarti ai personaggi che incontri. Anche se durante la lettura ti sferra qualche “colpo basso” – come solo la vita sa fare – … tutto ciò non sottrae pregio a questo libro che sul finire, finalmente, fa fare un bel sospiro di sollievo.

Lo consiglio agli amanti del genere, ma anche a chi vuole leggere qualcosa di diverso, scritto molto bene ^_^

clicca qui per l’acquisto

Trama: Nella vecchia città portuale di Demo vive un ragazzo albino di nome Havel. Ogni giorno che passa, osserva da lontano gli abitanti sopravvivere a stento, chiusi tra il terribile mare e il bosco pietrificato. Dopo aver perso tutto e stanco di una vita vissuta al varco, Havel sceglie di attraversare la foresta per raggiungere Azilut, la città sacra dimora degli dèi. Forse, un modo per fare la differenza c’è.
Basta solo scegliere.

Quando le divinità iniziarono a litigare fra di loro, a farne le spese furono gli umani. La pioggia divenne nera, contaminò paesi e inaridì i terreni. Il mondo di Cabbal ne rimase sconvolto, in balia dei sentimenti degli dèi decisi a sterminare i mortali scatenando epidemie e carestie, ma in quella distruzione si accese una piccola speranza.

Estratto: “Terra allora risvegliò l’antico male dimenticato da secoli. Spaccò la crosta, permettendogli di tornare alla luce. Le piante seccarono e incendi divampavano da una semplice scintilla, l’aria presto si riempì di fumo e cenere. I verdi prati divennero rossi e gli alti alberi divennero come pietra.”

***

I miei libri sono disponibili su Amazon gratis con Kindle Unlimited oppure da 99 centesimi ^_^

clicca qui

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è schermata-2020-07-16-alle-11.55.27-2.png

22 pensieri su “Havel, un dark fantasy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...