le chiamava:”Regole di vita”

Ciao, ho letto un libro e poi ho visto il film tratto da lui (si perché un libro è un lui, non un esso ^_^), ma non è della sua storia che voglio parlarti… non subito almeno…

Mi ha subito catturato il modo come Ira (da me poi soprannominato il “Vecchietto”) parla di suo padre. O meglio degli insegnamenti di suo padre. Lo fa nelle prime due pagine e devo dire che queste due pagine valgono tutto il libro… almeno per me…

Sorpresi vero?

Ok, vi svelo il titolo: ho letto e visto “La risposta è nelle stelle” di Nicholas_Sparks

Chi ha letto il libro o visto il film sarà rimasto incantato da come lui (Ira) parla dell’amore che ha per Ruth… certo che è una fiaba bellissima… di quegli amori da sogno… Come quello che poi coinvolge, in chiave più moderna, gli altri due protagonisti della storia, ma…

io ho trovato superlativo come Nicholas ci fa arrivare gli insegnamenti di un padre, così genuini e semplici, “Regole di vita”, le chiamava: “non uscire senza cappello se piove… non toccare mai il fornello, perché potrebbe essere ancora caldo… non esibire soldi in pubblico… non comprare gioielli per la strada...”

Insomma un’infinità di NON  ^_^

e poi: “onestà e integrità! … dare la precedenza a donne e bambini… stringere la mano con vigore… ricordare il nome delle persone… dare a un cliente sempre un pochino in più…

e poi la più bella di tutti: “fidati delle persone… finché ti danno motivo per non farlo più… E allora non voltarti mai indietro...”

Delle meravigliose “Regole di vita”… ho riflettuto molto su di esse… perle di saggezza… tu cosa ne pensi?

Io: i nomi faccio una gran fatica a ricordarli (e questo mi ha sempre messo in imbarazzo), però… pur essendo una donna ho sempre stretto con vigore la mano… (odio le mani molli). La regola del dare al cliente io lo interpreto in senso generale, cioè dai sempre un po’ di più agli amici, ai familiari, ai figli, al compagno / compagna di vita, ma… tenendo sempre e comunque ben presente l’ultimo insegnamento: “ finché ti danno motivo per non farlo più… E allora non voltarti mai indietro...”

Forte no?

Torniamo al libro: come ho già detto dopo aver letto  “L’ultima canzone” di Nicholas Sparks (clicca sul nome se vuoi sapere cosa ho detto)

Nicholas scrive storie molto belle, innegabile, ma quello che mi attrae e il suo modo di scriverle. Questo cambio di prospettiva continuo rende tutto molto più avvincente, dinamico, scorrevole… Alcuni editori lo troverebbero “inadatto”, lo so per esperienza personale… (ne parleremo: prima o poi 😛 )

Invece credo che lui ne abbia fatto un punto forte… sono solo al suo secondo libro, quindi potrei sbagliarmi e se fosse smentitemi pure.

dicevo: più che la storia in se è lo stile che fa leggere in due o tre serate i suoi libri… praticamente li divori ^_^

Parliamo del film: tutto diverso dal libro fin da subito, in un modo estremo, più di altri che ho visto dopo aver letto il libro (mi riferisco ad altri autori). Ma devo dire che il finale del film mi ha piacevolmente sorpresa… diciamo che, se avessi scritto io questo libro, avrei optato molto di più per questa soluzione, invece che quella del libro ^_^ strano… ma forse non tanto… amo inventare e rivedere i finali di quasi tutto quello che leggo 😛 mi perdoneranno gli autori, spero 😀

Se fossi stata il regista del film tante cose le avrei tenute uguali al libro, avevano un sapore migliore, ma… direi che se uno non legge il libro, si gode un bel film che parla di amore, ma anche di avversità superate e del bene, quello puro, fatto con il cuore, che una volta tanto premia ❤

Ecco ho finito e se mi hai letto fino a alla fine è un vero piacere augurarti una splendida serata ^_^ altrimenti… te la auguro ugualmente, anche se tu non lo sai 😉


Recensione lasciata nella mia pagina di facebook e uguale su Amazon, cito: “E’ incredibile come già dalla prima pagina si viene trasportati nel mondo di Clara… Un racconto scorrevole e scritto con un linguaggio pulito e fresco… L’ho letto con amore e avrei tanto averlo voluto leggerlo a 14 anni”

  • Per l’acquisto o leggere l’estratto clicca qui

 

Annunci

12 pensieri su “le chiamava:”Regole di vita”

  1. Che bello, Sara….. ogni volta che ti leggo, attraverso questo piccolo vetro del PC, resto sempre… affascinato da quello che scrivi; vuoi perché mi picae quella punta di ironia che metti di tanto in tanto nei tuoi scritti; vuoi per la profondità delle tue riflessioni; vuoi perché da tutti i tuoi scritti traspare la bella Donna che sei… Scusa, mi rendo conto che in più di un’occasione ti ho scritto queste cose, ma è quello che provo ogni volta che leggo quello che pubblichi qui. Vabbè, passo oltre. Finora non ho mai letto Nicholas Sparks, forse perché l’ho sempre ritenuta una lettura per ragazzine innamorate… ma mi sa tanto che mi devo ricredere, dopo aver letto le tue parole! 🙂
    Dolce notte e sogni belli, cara Sara!
    Un bacio :-*

    Liked by 1 persona

    • Mio caro e dolce amico, non ti devi certo scusare perché mi dici sempre cose carine, anzi sono io che ti ringrazio infinitamente☺️
      È bello essere apprezzati e se poi lo fa una persona che stimo, è ancora più meraviglioso 😍
      Sono una persona molto insicura e ho sempre paura di deludere gli altri, spero di non creare mai false aspettative, ma in questo mondo blog sono me stessa al 100% e scoprire che c’è chi mi apprezza è molto bello ☺️
      Quindi grazie grazie grazie ❤️
      Buona giornata 😘

      Liked by 1 persona

  2. Pingback: TAG ~100 Domande e Risposte | LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...