Ho visto “Un buon momento per uccidere”

Ho visto “Un buon momento per uccidere” lo avevo già visto tanti anni fa e mi aveva suscitato una miriade di sensazioni.  Ieri le ha risvegliate.

Questo film tocca tanti punti e solleva tante questioni importanti:

La violenza ingiustificata, gratuita verso un essere innocente e indifeso. La vergognosa mostruosità di trattare un altro essere umano come se fosse il più insignificante degli oggetti. La ferocia e la barbaria…

La vendetta giusta o sbagliata di un padre frustrato dall’impotenza, la rabbia e il rancore verso chi ha commesso l’atto e verso se stesso per non averlo potuto impedire.

La lotta tra “Nero e Bianco“. Un razzismo che esiste da sempre, che viene alimentato da pregiudizi, da paure, che ancora oggi vive dentro alcune persone che non riescono a Vedere che siamo tutti uguali, che siamo tutti essere meravigliosi… se solo la smettessimo di guardare con gli occhi e basta!!!

Poi alcuni aspetti toccati in questo film in maniera meno apparente, ma significativa: le Maldicenza che infangano la reputazione (quando il dottore viene interrogato come testimone e gli viene schiaffata in faccio un’accusa di stupro formale, solo per sminuirlo. Sapremo solo poi, durante l’arringa finale che quella donna da lui “stuprata” in realtà era la sua ragazza minorenne, che poi ha sposato… di cui era innamorato e che era consenziente.)

Il Resistere alla tentazione: due avvocati, lui sposato, lei innamorata e diciamolo disponibile… ma, nonostante lui litighi continuamente con la moglie, nonostante la moglie vada via, nonostante il pubblico tutto avrebbe voluto una storia tra i due avvocati. Jake, integerrimo, non tradisce!!! E lei è Sandra Bullock

Amicizia, che si consolida nelle avversità, che vince su ogni cosa, che sconfigge aggressioni, maldicenze, che supera il colore e i pregiudizi.

L’arringa finale un capolavoro, un inno all’uguaglianza quel finale “… e ora immaginate che sia bianca!” Stupendo!!!

Conclusione: non so se poi sia giusto che chi uccide (anche se con tutte le ragioni del mondo), possa essere assolto e non so se sia giusto quel senso di giustizia che pervade chi guarda questo film… Forse questo è un’altro punto sul quale riflettere… ma direi che quando Carl Lee abbraccia la figlia… libero… la gioia è immensa.^_^

 

 

Annunci

8 pensieri su “Ho visto “Un buon momento per uccidere”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...